Add new attachment

Only authorized users are allowed to upload new attachments.

This page (revision-1) was last changed on 21-Aug-2019 16:42 by UnknownAuthor

Only authorized users are allowed to rename pages.

Only authorized users are allowed to delete pages.

Difference between version and

At line 1 added 18 lines
%%(display:none)
{{{
WikiUp
}}}
/%
\\
!! Concezione della documentazione di Sme.up\\
Quando un software è estremamente parametrizzato non è possibile documentare cosa esso faccia prima dell'installazione in un'azienda, ma soltanto ciò che potrebbe fare e la collocazione di leve e bottoni per realizzare le azioni desiderate. Solo ad installazione avvenuta si potranno documentare le azioni a cui esso sarà adibito.\\
\\
Per questo motivo la documentazione di Sme.up è concentrata sull'estrazione dinamica dei processi parametrizzati (ossia decisi tramite l'impostazione parametrica data), che rende evidente il modello dei parametri utilizzati.\\
\\
Prima di installare Sme.up, è importante avere una visione globale delle possibilità ammesse e delle impostazioni strutturali che possono essere attribuite ai vari processi. Questa è la ragione per cui ci focalizziamo anche sui documenti di visione.\\
\\
Altre principali linee guida sono:\\
* per un software gestionale è importante che la documentazione garantisca al cliente una sostanziale indipendenza. Privilegiamo quindi la documentazione tecnica alla documentazione operativa;\\
* la documentazione operativa fondamentale definisce gli standard operativi e applicativi (ricerche, parzializzazioni, schemi di stampa, ecc...), utilizzati in tutte le funzioni;\\
* essendo il prodotto orientato ad abilitare il cliente a costruire processi propri attraverso gli oggetti di Sme.up, mettiamo a disposizione una documentazione dinamica, in grado di rilevare l'impiego degli stessi nella specifica installazione del Cliente, ossia di documentare il D.E.M. (Dynamic Enterprise Model ), il modello dinamico dell'impresa;\\
* Sme.up usa ampiamente le API (Application Program Interfaces), pertanto una parte della documentazione mostra il loro utilizzo tramite programmi di "Set & Play", che permettono di simulare il comportamento in funzione di input diversi.\\
This page has only one version
«