Add new attachment

Only authorized users are allowed to upload new attachments.

This page (revision-1) was last changed on 15-Oct-2019 15:02 by UnknownAuthor

Only authorized users are allowed to rename pages.

Only authorized users are allowed to delete pages.

Difference between version and

At line 1 added 200 lines
%%(display:none)
{{{
WikiUp
}}}
/%
[{TableOfContents }]\\
!!! Assegnazione suggerimenti fornitura\\
L'MRP in fase di assegnazione dei suggerimenti di fornitura (acquisto o conto lavoro) può assegnare ad uno o più formitori preferenziali oppure come derivazione da un contratto di acquisto.\\
\\
!!! Assegnazione per ente preferenziale\\
Nell'impostazione standard il fornitore preferenziale deve essere presente nei dati Ente-Articolo ed avere una priorità di selezione > 0. Generalmente il fornitore preferenzale è quello con priorità maggiore a meno che non si vogliano assegnare quote a più di un fornitore, in questo caso la priorità di asssegnazione deve essere uguale e si agisce sulla percentuale copertura fabbisogno.\\
\\
!! Politica tab. M5A\\
Nelle politiche di acquisto con fornitore preferenziale si dovrà compilare:\\
* Modo assegnazione ente = PRE\\
* Parametro assegnazione ente = tipo ente, eventuale suffisso pgm aggiustamento, eventuali parametri aggiuntivi di condizionamento\\
* Fonte di pianificazione = fonte specifica (es. acquisto pianificato)\\
__Nota__; Il programma di aggiustamento da utilizzare nel parametro di assegnazione ente deve essere del tipo: V5V5U0_x. Per le assegnazioni da fornitore preferenziale, esiste a standard il programma _u_V5V5U0_2_n_, da utilizzare per assegnazione di quote a più fornitori in funzione della percentuale di assegnazione, che opera con la logica seguente:\\
Si costruisce, al primo richiamo (richiamo del kernel) una lista contenente gli enti preferenziali (ottenuta con la routine £G26) in ordine di percentuale di assegnazione decrescente, con i dati di lottizzazione (lotto minimo e multiplo), specifici per l'ente ed il tipo ordine (acquisto / conto lavoro).\\
Ricordare che la modalità di ritorno degli enti con priorità non impostata è guidata dal flag di tabella BR1.\\
Vedi For.pref: solo pri>0 (CST-BR1-T$BR1O)\\
Ricordare inoltre, in fase di simulazione, di valorizzare, se è il caso, il flag di prima volta, per caricare i dati di assegnazione.\\
\\
! Normalizzazione dati di input\\
Questa lista viene normalizzata nel seguente modo:\\
Se è presente più di un ente con la % valorizzata:\\
- se la somma è 100 non si esegue nessuna normalizzazione\\
- se la somma è maggiore di 100 si riduce quella dell'elemento che supera il 100 e si cancellano le successive.\\
%%quote
Ente % Originale % Progressiva % Rettificata
F01 50 50 50
F02 40 90 40
F03 30 120 10
F04 20 140 0
F05 10 150 0
F06 10 160 0
/%
----
- se la somma è minore di 100 si proporziona ogni elemento in base alla sua percetuale e alla somma.\\
%%quote
Ente % Originale % Totale % Rettificata
F01 30 60 50 (=30/60)
F02 20 60 33 (=20/60)
F02 10 60 17 (=10/60)
/%
----
\\
Se è presente un solo ente con la % valorizzata:\\
- se è presente un ente con una priorità, si assume quest'ultimo\\
%%quote
Ente % Originale Priorità % Rettificata
F01 30 - -
F02 - 10 100
/%
----
- se non è presente nessun ente con priorità, si assume quello con la % di assegnazione\\
%%quote
Ente % Originale Priorità % Rettificata
F01 30 - 100
F02 - -
/%
----
Se non è presente nemmeno un ente con la % valorizzata:\\
- se è presente un ente con una priorità, si assume quest'ultimo.\\
%%quote
Ente % Singola Priorità % Rettificata
F01 - - -
F02 - 10 100
/%
----
- se non è presente nessun ente con priorità, si assume il primo\\
%%quote
Ente % Singola Priorità % Rettificata
F01 - - 100
F02 - - -
/%
----
\\
! Modo di assegnazione\\
Dopo aver costruito questa lista si distribuisce la quantità ricevuta nel seguente modo:\\
Si trattano gli enti in ordine di percentuale di assegnazione decrescente; per ognuno di essi si eseguono le seguenti operazioni.\\
Si determina la quantità da assegnare, calcolata applicado la percentuale di assegnazione alla quantità totale da distribuire. La si confronta con la quantità residua (quantità da distribuire meno la somma delle quantità già assegnate). Si applica la lottizzazione alla minore delle due. Il risultato è la quantità assegnata all'ente: con esso si calcola la nuova quantità residua: se essa è maggiore di zero si prosegue con l'ente successivo, altrimenti si termina il processo (la quantità è stata interamente distribuita).\\
Si può quindi verificare il caso che ad alcuni enti, pur avendo una percentuale, non venga assegnata nessuna quantità, per effetto della lottizzazione.\\
Sia chiaro che questo metodo non garantisce di ordinare la minima quantità possibile, ma cerca, in un modo facilmente controllabile, di rispettare la volontà del pianificatore, espressa tramite l'impostazione delle percentuali di assegnazione, con una, seppur parziale, attenzione a che la quantità totale ordinata non ecceda quella richiesta.\\
Deve essere cura del pianificatore evitare impostazioni "aberranti", quali l'assegnazione ad un ente di una bassa percentuale, accompagnata, per lo stesso ente, da un lotto minimo molto grande, con l'effetto di ordinare in eccesso.\\
\\
__Esempio 1 - Quantità da distribuire 840__\\
%%quote
Ente % Ass. L.min. L.mult. Qta calc. Qta ass. Qta residua
E01 60 200 100 504 600 240
E02 20 100 50 168 200 40
E03 15 50 10 21 50 0
E04 5 10 10 - - -
/%
----
Si vede che non è opportuno ordinare anche all'ultimo ente, per la combinazione dei lotti e della quantità da distribuire.\\
\\
__Esempio 2 - Quantità da distribuire 840__\\
%%quote
Ente % Ass. L.min. L.mult. Qta calc. Qta ass. Qta residua
E01 80 200 100 672 800 40
/%
----
Questo è un esempio "aberrante": la quantità ordinata è molto maggiore di quella da distribuire, per gli effetti contrastanti di una bassa percentuale di assegnazione e di un lotto minimo molto alto.\\
__Esempio 3 - Quantità da distribuire 840__\\
%%quote
Ente % Ass. L.min. L.mult. Qta calc. Qta ass. Qta residua
E01 80 200 100 672 800 40
E02 20 100 100 168 100 0
/%
----
Questo esempio è simile al precedente, con la differenza che al secondo ente è stato assegnato un lotto minimo molto più basso.\\
Come si può notare, sempre nel caso del secondo ente, è stato scelto di lottizzare la quantità residua (40), essendo minore di quella calcolata (168).\\
\\
__Nota__\\
Se si inserisce un elemento di tabella PGM con il nome di questo programma, e vi si attiva la stampa, verrà riprodotto un LOG, contenente la lista degli enti e le quantità di calcolo.\\
\\
!! Esempio impostazione tabellare\\
Le tabelle vanno impostate come avviene comunemente per i documenti del ciclo passivo e per l'MRP, l'unica differenza nelle politiche di riordino (Tab. M5A), dove per una assegnazione di fornitori in base alla quota di attirbuzione percentuale l'elemento di tabella delle essere compilato come da esempio:\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_16.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
!! Compilazione dati ente articolo x attribuzione per quote\\
Se la politica prevede l'assegnazione del fornitore in base alle quote, bisogna avere l'avvertenza di assegnare comunque una quota ( > 0) ad un fornitore anche se questo è l'unico presente nei dati ente articolo.\\
\\
!!! Assegnazione da contratto\\
Il contratto di fornitura ha un suo tipo documento, quindi deve essere creato un elemento in tabella V5D.\\
\\
Si deve stabilire la natura del contratto:\\
* è di acquisto o conto lavoro (R§FL10)\\
* ha una data di inizio e una data di fine validità (per data inizio si usa il campo R§DTCR, mentre per data fine si usa R§DTCC)\\
* ha una quantità di riferimento\\
* ha un valore totale\\
\\
dalla natura deriva la necessità o meno di "collegare" l'ordine creato con il contratto origine.\\
\\
!! Politica tab. M5A\\
Nelle politiche di acquisto da contratto si dovrà compilare:\\
* Modo assegnazione ente = CON\\
* Parametro assegnazione ente = tipo documento del contratto, eventuale suffisso pgm aggiustamento, eventuali parametri aggiuntivi di condizionamento\\
* Fonte di pianificazione = fonte specifica (es. acquisto pianificato da contratto)\\
__Nota__; Il programma di aggiustamento da utilizzare nel parametro di assegnazione ente deve essere del tipo: V5V5U0_x. Per le assegnazioni da contratto, esiste a standard il programma _u_V5V5U0_1_n_, funzionale alle varie nature di contratto, ad eccezione dei contratti a valore, che opera con la logica seguente:\\
Si costruisce, al primo richiamo, una DS multipla di contratti aperti per l'articolo, con quantità residua ed estremi di validità (individuati da data inizio e fine richiesta: l'assenza di una data significa contratto non limitato inferiormente o superiormente). L'ordine con cui vengono esaminati i contratti è quello del logico V5RDOC4L, quindi per data fine validità del contratto.\\
\\
Il sesto carattere del parametro di assegnazione ente della politica (in M5A - secondo carattere di £V5UPC) specifica il valore di R§FL10 da testare nella lettura del contratto (conto lavoro oppure no)\\
Si implementano le seguenti strategie, individuate dal quinto carattere del parametro di assegnazione ente della politica, (in M5A - primo carattere di £V5UPC)\\
\\
! Strategia ' ' - Rispetto completo della quantità residua.\\
La quantità da assegnare viene confrontata con i contratti validi (per data).\\
Se la quantità, arrotondata al lotto superiore (1) è minore del residuo del contratto la si assegna ad esso.\\
In caso contrario si normalizza la quantità residua del contratto al lotto inferiore (2), e la si assegna a questo contratto (3) sottraendola alla quantità di assegnare, e si procede con il contratto successivo.\\
Se rimane una quantità residua non assegnabile, la si aggiunge alla schiera di output, arrotondata anch'essa al lotto superiore.\\
\\
(1) Il lotto superiore è la minima quantità, maggiore o uguale a quella di input, che rispetta il lotto minimo e multiplo.\\
\\
(2) Il lotto inferiore è la massima quantità, minore o uguale a quella di input, che rispetta il lotto minimo e multiplo.\\
\\
(3) Se questa quantità è superiore alla residua, non la si assegna: in questa strategia il contratto può quindi rimanere aperto, con una quantità non assegnabile, se essa è inferiore al lotto minimo.\\
\\
! Strategia '1' - Rispetto delle quantità residue arrotondate al lotto\\
La quantità da assegnare viene confrontata con i contratti validi (per data).\\
Se la quantità è minore del residuo la si assegna al contratto, arrotondandola al lotto superiore (si può quindi verificare una sovraevasione).\\
In caso contrario si normalizza la quantità del contratto al lotto superiore, e la si assegna a questo contratto, sottraendola alla quantità di assegnare, e si procede con il contratto successivo. Anche in questo caso si può verificare una sovraevasione.\\
Se rimane una quantità residua non assegnabile, la si aggiunge alla schiera di output, arrotondata anch'essa al lotto superiore.\\
In questa strategia il contratto non rimane mai aperto.\\
La sovarevasione è, al massimo, pari alla quantità maggiore tra lotto minimo e lotto multiplo.\\
\\
! Strategia '2' - Contratto senza limite di quantità\\
La quantità da assegnare viene confrontata con i contratti validi (per data).\\
La quantità (arrotondata al lotto superiore) viene assegnata totalmente al primo contratto valido.\\
\\
! Note\\
In questo programma i dati di pianificazione (lotti) vengono letti a rottura di kernel, non tengono conto dell'Ente.\\
\\
Se si inserisce un elemento di tabella PGM con il nome di questo programma, e vi si attiva la stampa, verrà riprodotto un LOG, con:\\
* al primo richiamo, la DS iniziale\\
* ad ogni richiamo, i parametri di lancio e la DS al termine del richiamo, con le assegnazioni eseguite nel richiamo stesso.\\
\\
!! Fonte tab. M5F\\
La fonte di pianificazione deve far riferimento ad uno specifico elemento di guida al rilascio suggerimento\\
\\
!! Guida rilascio tab. M5V\\
Deve avere uno dei modi di accodamento da contratto\\
\\
!! Collegamento\\
Se il contratto è a quantità o a valore ci si deve preoccupare di collegare l'ordine al suo contratto origine. Gestire i gruppi flag dell'ordine in modo che siano collegabili. Lanciare il pgm di collegamento dopo l'inserimento ordine. Fare attenzione al comportamento del flag di collegamento di testata oridine (se si devono accodare righe ordine ad una testata esistente già collegata in precedenza resettare il flag 1 di testata in modo che il collegamento trovi questo documento)\\
\\
!! Esempio impostazione tabellare\\
! Gruppi Flag - Tab. B£Y\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_01.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_02.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_03.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_04.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
! Tipi riga contratto - Tab. V5BCP\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_05.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_06.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
! Modelli documento contratto - Tab. V5ACP\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_07.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_08.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
! Tipi documento contratto - Tab. V5D\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_09.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
! Guida rilascio M5 > V5 - Tab. M5V\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_10.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_11.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
! Fonti disponibilità future - Tab. M5F\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_12.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_13.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]\\
! Politiche riordino - Tab. M5A\\
[{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_14.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}][{Image src='immagini/MBDOC-M5_018/M5_018_15.png' caption='' width='100%' style='max-width: 100%;'}]
This page has only one version
«